Il bavaglio del ddl zan

Ancora un rinvio in Commissione Giustizia del Senato del ddl Zan. Il presidente della Commissione, Andrea Ostellari ha correttamente rinviato la discussione del ddl.

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Il presidente della Commissione Giustizia del Senato, Andrea Ostellari (Lega) ha rinviato ancora la discussione del ddl Zan affermando:

Prendo atto della spaccatura fra i rappresentati dei gruppi di maggioranza in Commissione e segnalo come questa renda impossibile procedere serenamente con i lavori.

Per questo chiedo un confronto politico sul metodo ai presidenti dei gruppi del Senato.
Disegni divisivi come il ddl ZAN non possono rallentare l’agenda della maggioranza.

Se c’e’ l’urgenza di intervenire a tutela delle vittime di violenza, al di la’ degli orientamenti sessuali di ciascuno, inasprendo le pene per i reati contro la persona, la Lega c’e’.

Ma le battaglie di bandiera sono inaccettabili in questa fase delicata di rilancio del nostro Paese”.
Cosi’ il senatore leghista Andrea Ostellari, presidente della Commissione Giustizia a Palazzo Madama.

Plaudiamo alla decisione del Presidente sen. Andrea Ostellari, che rinviando la discussione del ddl Zan, ritarda l’imposizione del bavaglio che la sinistra vuole regalarci.

Il ddl Zan propiziando la rieducazione al gender dei nostri figli è estremamente pericoloso e merita di essere contrastato.

Restiamo, pertanto, vigili per difendere la nostra libertà; per questo il rinvio del ddl Zan è stato un atto opportuno.

L’attuale governo, infatti, è nato con lo scopo di liberarci dalle conseguenze del Covid, non per imporci un nuovo e più devastante giogo sulle nostre vite.

.




14050cookie-checkDdl Zan: la Lega ritarda il bavaglio che la sinistra vuole imporci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.